ING Italia nel finanziamento di un portafoglio di immobili sostenibili del Fondo immobiliare Antirion Global Comparto Core

ING Italia e Bayern LB hanno agito in qualità di mandated lead arranger, coordinator e facility agent la prima e in qualità di mandated lead arranger la seconda, nell’ambito di un finanziamento a termine di 5 anni per 135 milioni di euro concessi a Antirion SGR in nome per conto del Fondo Global Comparto Core, fondo immobiliare di diritto italiano che investe in proprietà immobiliari direzionali e commerciali in Italia e in Europa.

Il finanziamento che sarà utilizzato nel corso del 2019 per nuove acquisizioni e investimenti sul patrimonio immobiliare esistente, è garantita da un portafoglio composto da tre immobili a destinazione mista, uffici e commerciale, recentemente ristrutturati e prevalentemente di classe A, situati nel centro di Milano, tra cui la nuova sede di Amazon situata in viale Monte Grappa.

Il portafoglio, con una superfice totale di circa 55 mila metri quadrati e quasi integralmente locato, è stato oggetto di un significativo intervento di ristrutturazione raggiungendo i massimi standard qualitativi presenti sul mercato in termini di specifiche tecniche, sicurezza, ed efficienza energetica.

Ofer ARBIB, CEO di Antirion SGR, ha dichiarato: “Il nostro impegno nella gestione di immobili sostenibili e con prestazioni energetiche eccellenti è parte integrante della nostra strategia. Con questo finanziamento potremo accelerare il raggiungimento dei nostri obiettivi, contando su una cassa disponibile per ulteriori investimenti”.

Gabriele Peroni, Head of ING Real Estate Finance Italy, ha commentato come segue: “Siamo orgogliosi di aver supportato Antirion SGR in questo finanziamento che contribuisce alla realizzazione degli obiettivi strategici del fondo e continua a dimostrare il nostro impegno verso il settore immobiliare in generale in Italia e nello specifico degli immobili ad elevate prestazioni energetiche, in linea con la grande attenzione di ING alla sostenibilità a livello globale e locale”.